MENOTTI-PARACCHI

Fotografie scattate tra fine ‘800 e inizio ‘900 da un bravo e importante fotografo con studio attrezzato a Busto Arsizio, cittadina posta tra la provincia di Varese e di Milano, con una storia industriale tessile di grande considerazione.
Nelle sale del Museo del Tessile cittadino sono esposti gli strumenti utilizzati durante i suoi anni di lavoro. Nelle vetrine trovano posto macchine fotografiche di fine ‘800 (da esterno e del tipo a soffietto), obiettivi e diversi accessori fotografici; alle pareti sono inoltre visibili numerose fotografie con ritratti d’epoca.
Guardare le fotografie di Paracchi è come viaggiare nel tempo, a ritroso, quando la fotografia era un lusso di pochi e ci si rivolgeva a un professionista dotato di uno studio arricchito di scenografie e di mobili di qualità fra i quali farsi ritrarre da soli o in posa con l’intera famiglia.
Siamo subito dopo l’epoca dei dagherrotipi, in un’atmosfera molto suggestiva. Ecco allora i volti di donne incorniciati da importanti capigliature, fermate in crocchie, in riccioli sfuggenti, abbigliate con abiti sontuosi, con pizzi e crinoline, cammei preziosi e gioielli di famiglia, oppure uomini eleganti nelle pose statiche o gruppi famigliari di differente estrazione sociale.
Immagini che spesso ritroviamo negli album dei nonni e dei bisnonni, icone fissate nel tempo e nello spazio, che fanno ancora sognare, dietro sguardi immobili, candidi, talvolta anche malinconici.
Da tempo la fotografia si va imponendo all’attenzione degli studiosi, che ne riconoscono il valore estetico, storico e creativo, e ne promuovono così il collezionismo, pubblico e privato.







Lascia un commento


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *








Ultimi Portfoli